Home » Autoproduzione, Cucina naturale

Il pane integrale fatto in casa

Pubblicato da il 22 novembre 2011 19 Commenti

pane semintegrale

Il pane fatto in casa è una vera coccola che possiamo fare a noi e alla nostra famiglia, una delizia a cui non rinunciare a priori per motivi di tempo. Se non abbiamo la costanza o la voglia di farlo con la pasta madre da rinfrescare e da ‘curare’, possiamo farlo anche con il lievito di birra oppure con la pasta madre secca (estratto di pasta acida). Non importa se non viene perfetto, per la perfezione ci sono le panetterie ;). Il mio, che vedete in foto, si è “seduto”: la lievitazione non ha funzionato perfettamente e sul fondo il pane è meno fragrante, ma vi assicuro che era buonissimo e che è stato … spazzolato!

ricetta-del-pane-integrale

Lo possiamo impastare a mano o anche nella macchina del pane che poi si preoccuperà anche della cottura: i bambini si divertiranno lo stesso e noi avremo meno lavoro. Il profumo del pane in casa è qualcosa di unico, non rinunciate questa delizia!

Oggi vi propongo la ricetta del pane integrale, o meglio semintegrale fatto con estratto di pasta acida e poco lievito di birra: ho trovato un giusto mix di farine, che apprezzano tutti in famiglia. Se preferite il gusto dell’integrale basta usare solo farina integrale o di tipo 2. Spero di trovare presto uno spacciatore locale di pasta madre, per riprendere l‘avventura della lievitazione naturale che mi ha dato molta soddisfazione, l’anno scorso.

Noi da un po’ di tempo utilizziamo solo farine biologiche: non c’è paragone! Rispetto ad altri alimenti in cui non si nota moltissimo la differenza tra il bio e il convenzionale, sulle farine davvero non vale la pena lesinare, anche perchè i costi sono comunque bassi e il pane viene davvero più buono.

Un chilo di farina al discount lo trovi anche 0,50 centesimi (e chissà come avranno strozzato quel povero produttore), quella biologica costa circa 1,50, se acquistata direttamente dal produttore si arriva tranquillamente a 1/1,20 €. Con un chilo di farina mangiate pane per almeno una settimana!

Ricetta del pane semintegrale fatto in casa

Ingredienti:

- 300 gr. di farina integrale biologica

- 250 gr. di farina bio tipo 0

- 50 gr. di farina Manitoba (aiuta molto la lievitazione)

- 300 cc di acqua tiepida

- 15 gr. di estratto di pasta acida e 15 gr di lievito di birra. Oppure circa 40 gr circa di lievito di birra fresco***

- 1 cucchiano da thè di sale grosso

- 1 cucchiano da thè di malto d’orzo (o anche di zucchero di canna)

- 2/3 cucchiai di olio evo

*** ogni confezione di lievito in genere riporta le proprie dosi, io ho provato il lievito di birra bio della Rapunzel e la pasta acida Bioland e mi trovo bene, ma ognuno deve sperimentare, perchè dipende anche molto dall’acqua e dal tipo di farine usate.

Il pane semintegrale con la macchina del pane

Beh, in questo caso tutto è semplice e veloce: si mettono tutti gli ingredienti (prima quelli asciutti e poi il resto) e si imposta il programma per il pane integrale: la macchina per il pane fa tutto, impasta, lascia lievitare e cuoce.

Il pane semintegrale senza macchina del pane

Se non avete la macchina del pane mescolate tutti gli ingredienti asciutti e poi iniziate ad aggiungere l’acqua in cui avrete precedentemente sciolto il lievito. Lasciate riposare la pasta per 2 ore circa, coperta ed in un luogo caldo ( ad esempio il forno precedentemente intiepidito).

Dopo 2 ore, impastare nuovamente a mano oppure a macchina per poi mettere la pasta in uno stampo  oleato (o su una teglia con carta da forno). Cuocete a 18-200° per 45-50 minuti. Si può mantenere umidificato il forno con una vaschetta piena d’acqua accanto alla teglia del pane.

Anche sulla cottura ci si deve regolare un po’ alla volta, facendo delle prove, perchè ogni forno è diverso!

Per approfondire:

- guida alle farine

- vantaggi del pane integrale

19 Commenti »

  • Verdiana scrive:

    Anche io mi sto cimentando con il pane fatto in casa usando la pasta madre…che meraviglia…e la perfezione…lasciamola ai panettieri, l’importante è che sia buono e genuino!

  • chiara73 scrive:

    Ma che buono! Integrale non l’ho ancora fatto, ma la prossima settimana inaugurerò la mia “prima” pasta madre!
    E sai che anche a me, nella macchina del pane, viene seduto? Ho provato tutti i tipi di lievito (meno la PM, per la verità). Si gonfia bene, non rimane ammassato, ma non fa la cupolina. Ho anche temuto di dover ricomprare la MdP, ma per ora ancora regge e poi avrei il problema dello smaltimento. Quindi va benissimo il pane seduto! :D

  • Mestieredimamma scrive:

    @verdiana, sai vero che il 10 dicembre c’è il pasta madre day!! domani metto su una news! intanto guarda qui http://pastamadre.blogspot.com/

  • Mestieredimamma scrive:

    @chiara ciao!
    completamente integrale piace solo a me, per questo lo faccio semintegrale, così se lo pappano tutti… Per il pane seduto: non credo sia la macchina, ma la combinazione di acqua e farina, anche la durezza dell’acqua dicono incida moltissimo. sul pane che vedi in foto la cupolina è calata mentre si raffreddava ( mi ero illusa!! :D), ma è rimasto comunque soffice

  • Daria scrive:

    Spacciatrice di pasta madre: eccomi qui!
    Come sai noi solo pane fatto in casa (che secondo me è il “vero” pane perfetto – senza trucchi e senza inganni per occhi e lingua) e quasi esclusivamente integrale con le farine bio e macnate a pietra che acquistaimo direttamente dal produttore attraverso il gas (pensa che un sacco da 5 kg di farina bio tipo 2 macinata a pietra ci consta neanche 5 euro!). Con la pasta madre l’ideale è usare le farine integrali perchè il processo di fermentazione predigerisce i fitati… Per il gusto è vero che bisogna riabituare il nostri palati… si può farli misti e poi un po’ alla volta aggiungere sempre più integrale.
    Elisa speriamo di riuscire a incontrarci per il pasta madre Day!

  • Sabina scrive:

    Mia mamma usa la pasta madre, se vuoi me ne faccio dare un po’, oppure mi faccio spiegare come ha fatto a partire.
    Per quanto riguarda il pane “seduto”, prova ad usare il metodo dei panettoni: li fanno raffreddare a testa in giù (infilzandoli o pinzandoli, non so), in modo che in fase di raffreddamento non si sgonfino..

  • Mestieredimamma scrive:

    @Daria!! ottimi prezzi il vostro gas ;) Speriamo di farcela, magari convinciamo GLoria a fare un giretto da queste parti…
    @Sabina: non sapevo di tua mamma! Anzitutto la invitiamo al pasta madre Day, poi le diciamo di insegnarti :D… La teoria per fare la pm da zero la conosco , ma ci mette parecchio tempo a rinforzarsi (e quindi prima di avere un pane decente ne passa!)

  • cucinadellanima scrive:

    Io ce l’ho in frigo la psta madre…e l’ho anche fatta morire…adesso non ho più il coraggio di eliminare il cadavere ;)E’ davvero un impegno, non c’è che dire!

  • Mestieredimamma scrive:

    @cucina… è vero, si deve aver voglia che diventi un’abitudine, ma se è uno stress no, per carità! Si può fare il pane in casa anche senza!

  • Graziella scrive:

    Ieri ho provato il pane di semola, visto che non avevo farina e dovevo assolutamente fare il pane . Esperimento riuscito. Ora non miresta che provare quello integrale. Io uso solo lievito di birra.

  • [...] presente una roba viva che sta nel frigorifero? Avete presente impastare il pane in casa e sentirne il profumo? Avete presente le tradizioni di una volta che riscoperte nell’era [...]

  • [...] ci si può chiedere come e dove trovi l’energia di fare il pane in casa, chi magari si alza alle sei del mattino, porta i bimbi a scuola/asilo, lavora, si preoccupa della [...]

  • [...] Star Ratingloading… Il pane fatto in casa è una soluzione sana, sostenibile e soprattutto comoda per avere sempre il pane fresco, essere [...]

  • Graziella scrive:

    Ormai lo sto facendo quasi tutti i giorni: utilizzo un misto di farina integrale , farina bianca e semola.

  • [...] C’è dentro di tutto, persino conservanti a volte.E questo è un altro buon motivo per fare il pane a casa: ci mettiamo solo quello che decidiamo noi, viene buonissimo, se fatto con la pasta madre dura [...]

  • Gabriele scrive:

    Ho seguito la ricetta e mi è venuto decisamente più seduto ma è veramente buono!!! Ho usato una farina integrale sconosciuta e seguirò il consiglio dell’acqua, qui a Torino è dura e cattiva…riproverò con un’acqua diversa. Grazie per la ricetta!!!

  • Mestieredimamma scrive:

    grazie a te Grabriele! io nel frattempo sono tornata alla pasta madre… :)

  • Maya scrive:

    Ciao Elisa, posso chiederti che marca di macchina del pane usi?

  • ciao Maya io ho una vecchia Alice Dpe che ormai uso solo come impastatrice