Home » Ambiente

Gli assorbenti lavabili: alternativa ecolgica per i giorni della luna

Pubblicato da il 16 febbraio 2012 5 Commenti

assorbenti lavabili

L’utilizzo di assorbenti lavabili è una delle possibili alternative, oltre all’uso della coppetta mestruale, per abbassare il nostro impatto ambientale nei giorni della luna. Ne parlo perchè non è cosa nota. Anche la coppetta da utilizzare in abbinata a salvaslip è una buona soluzione: risparmio economico e diminuzione di rifiuti sono notevoli. Secondo me è l’alternativa più comoda, ma anche il lavabile può esserlo, specie per chi della coppetta non vuole saperne.

Allora, sfatiamo i soliti miti o pregiudizi o gli schifamenti vari. Un po’ di informazione è sempre utile ;).

- nella vita di una donna la spesa per assorbenti o tamponi si aggira attorno ai 2500-3000 euro. Fate due conti, è abbastanza verosimile

- i tamponi impiegano circa 6 mesi a degradarsi, gli assorbenti usa e getta (come i pannolini dei nostri bambini) circa 500 anni

- gli assorbenti tradizionali usa e getta contengono componenti di origine fossile (e spesso vengono sbiancati con il cloro o altri gel chimici)

Dal momento che una validissima alternativa c’è, io consiglio a tutte di provare. I tessuti sono molto molto assorbenti, a volte più degli usa e getta, e non è assolutamente impegnativo lavarli e gestirli.Giurin giurello :D.

LAVAGGIO

L’unica accortezza da avere è di metterli in ammollo, dopo l’uso, in una baccinella di acqua rigorosamente fredda, magari con qualche goccia di olio essenziale, e poi lavarli con il resto del bucato, avendo cura di usare detersivi ecologici, poco aggressivi, senza candeggianti o altro, per ovvi motivi di contatto. Non utilizzate l’ammorbidente (come? lo usate ancora?? eliminatelo!!!) perchè diminuisce progressivamente l’assorbenza.

TIPOLOGIE

Gli assorbenti lavabili possono essere di due tipi e, in genere, sono tutti con ali e dotati di bottoncini a pressione per fissarli ;):

- All in one (AIO): un unico pezzo, che all’interno ha vari strati (cotone, pile o altro tessuto molto assorbente come bambù o flanella) e all’esterno un tessuto impermeabile da una parte e uno stampato o colorato dall’altra.

- Poket: due pezzi, quello con la tasca e l’inserto da inserire. E’ la stessa modalità di alcuni pannolini lavabili (i migliori, secondo me ;)

Alcuni tessuti, come la flanella (che è cotone) sono molto impermeabili e quindi esternamente non ci sono rivestimenti. La scelta del tessuto e della tipologia è molto personale, dipende dal flusso, ma anche da quante lavatrici si fanno in casa nostra. L’ideale è fare delle prove e poi acquistare una buona quantità (8/10 pezzi) di quelli che fanno al caso nostro.

QUANTO COSTANO

Poco, soprattutto se pensiamo che ci durano davvero moltissimi anni. C’è una piccola spesa iniziale da fare, e poi non ci pensi più. Un salvaslip costa dai 3,50 ai 4,00 euro. Un assorbente dai 5 agli 8 euro. Mi riferisco a prodotti in cotone biologico. Assieme agli assorbenti si possono acquistare anche delle bustine per il cambio, comode soprattutto quando non si è a casa.

AUTOPRODUZIONE

Gli assorbenti lavabili possono essere anche autoprodotti, per chi ha una macchina da cucire, un po’ di tempo e manualità. Non è il mio caso, anche se non mi sembra per niente complicato farli. Però vi lascio i link di alcuni tutorial di eco-cucito ;).

Come confezionare un assorbente lavabile de I tre topini (modello AIO)

Assorbenti ecologici di stoffa di Semplicemente Vera

DOVE COMPRARLI

I negozi online che vendono pannolini lavabili in genere vendono anche assorbenti. Alcuni fidati esempi:

Eco and eco

New Baby Berry

Che dite si può fare?

5 Commenti »